Fonte: DCommerce

XChannel ha annuciato che offrirà a tutte le aziende che operano nella zona, con effetto immediato, una consulenza gratuita per aiutarle con i loro eshop durante l’emergenza Coronavirus.

In questi giorni difficili, l’ecommerce può aiutare le persone e le imprese in difficoltà a causa del Coronavirus. Come? garantendo un servizio utile e in alcuni casi primario alla comunità. XChannel ha annuciato che offrirà a tutte le aziende della zona, con effetto immediato, consulenza gratuita per aiutarle a vendere online.  

Xchannel: impegno concreto

Come può aiutare l’ecommerce? Le fasce più deboli ed esposte della nostra comunità possono usare il proprio eShop preferito oppure Amazon per continuare ad acquistare prodotti e beni di prima necessità, senza esporsi a rischi di contagio. 

D’altra parte, grazie al commercio online, le aziende possono continuare a mantenere un rapporto diretto con i propri consumatori, cercando di minimizzare i rischi della situazione complessa che stanno vivendo, diversificando i propri canali di vendita e riducendo l’impatto che queste settimane avranno sia sul business sia sulle persone che lavorano in queste aziende. 

Contatto diretto con email ad hoc

Il lavoro che XChannel fa per le proprie aziende clienti è stato scelto da Amazon stessa come casa study, tradotto in tutte le lingue e pubblicato in tutta Europa. Con umiltà, ma anche con la consapevolezza di saper guidare al meglio le aziende in questo campo, XChannel ha pensato di offrire un servizio gratuito alle imprese che ne hanno più bisogno.  Per le richieste è stato attivato un indirizzo email ad hoc: zona_rossa@xchannel-consulting.com 

Siamo nati e cresciuti qui, a Milano. La città oggi è in difficoltà, così come lo sono tante altre provincie in Italia” – dichiara Federico Corradini, CEO di XChannel – “Per noi è venuto il momento di ridare alla comunità quello che la comunità ha dato a noi in termini di opportunità e tradizione imprenditoriale“.